Musica ciò che la Scienza o Arte?

musica arte

La musica era considerata una scienza, poiché Pitagora (VI secolo a.C.), che inizia la ricerca di base matematica delle relazioni tra i suoni.Essendo il numero il fondamento della musica e di tutti i fenomeni fisici, questo ha dato la categoria musica e scientifico e metafisico.Scrittori cristiani, come S. Agostino, sostengono anche che la musica è basata su leggi matematiche, perché il numero disciplinato dal mondo dei suoni.

Le dottrine di pitagora, sono state trasmesse alla scienza medievale Boezio (V-VI secolo d.C) che si è costituita l’autorità suprema per tutti gli autori della musica.Nel Rinascimento il rapporto tra la matematica e la musica è indagato e regolare.
Così, nel XV secolo, l’illustre musicale teorico-spagnolo Bartolomé Ramos de Pareja esplora le proporzioni matematiche di maggiore e minore e modalità per impostare le basi per le moderne concezioni armoniche.E nel XVI secolo, gli spagnoli Salinas sostiene che esso può essere considerato solo come musica che che si sottomette ai dettami della ragione, e che questo è, di per sé, supremo giudice per giudicare la bellezza della musica.

Cartesio, nel XVII secolo, dice che la bellezza della musica è soggetto alle proporzioni matematiche.
Per parte loro, quasi tutti i grandi matematici sono stati coinvolti nella concezione della musica come una scienza.
Cosa questa filosofia implica l’eliminazione della creazione spontanea o intuitiva, e in passato per la produzione in automatico, fino alla soppressione del compositore?

LA MUSICA COME ARTE

MUSICA COME ARTE
La musica, come l’arte, ha una stretta relazione con il mondo che lo circonda, al punto che non si può mai capire l’arte della musica a prescindere da quella estetica, artistica e sociale della società in cui essa si pone.La musica come arte è stata apprezzata da tutte le culture, dai villaggi più primitivi.Ci sono mitologie che la creazione del mondo è eseguita in base al suono; altri pensano che la musica è il mezzo per comunicare con le divinità.Questa situazione non cambia quando veniamo ai villaggi più culto, e così i greci hanno apprezzato a tal punto che parlano di origine semi-dio della musica.Dei come Hermes, Atena, Dioniso, Apollo, sono legate all’arte della musica, in quanto inventori di strumenti, o semplicemente come tañedores.La musica è una parte essenziale del teatro, i giochi olimpici, alle feste, ed è ugualmente apprezzato da ateniesi e spartani.

Roma, eredita la passione per la musica dei greci, e la trasmette al Medioevo europeo, anche se in questo periodo la musica non è solo apprezzato, come l’arte, ma che dà anche la gamma di autentica scienza.Durante il Rinascimento l’importanza dell’arte della musica è condivisa da tutti gli umanisti, la chiesa e gli intellettuali del tempo.Il Barocco rappresenta una frequenza di refresh dell’arte musicale.Dalla Rivoluzione francese alla borghesia e la borghesia comincia a essere interessati dalla musica, che fino ad allora era un’arte più o meno unite per l’aristocrazia e la religione.Durante il Romanticismo, la musica diventa arte per eccellenza.E dal momento che nella società contemporanea l’arte musicale ha preso certamente la precedenza su tutte le arti, dato che in realtà tutto il mondo è cresciuto ad un livello o un altro; anche le altre arti di enorme importanza (come il film) deve andare in loro aiuto.